Newsletter

Roberto Cajafa progetti per il teatro

C.F. /PI 97825910157

Via Monte Suello 9, 20133 Milano


facebook
instagram
linkedin
whatsapp
52aaaa26-3062-4cd9-ac4e-c98d8e1b118d_1_105_c.jpeg

Lo studio di Progettazione Edilizia e Architettonica nasce con l’obiettivo di ridare vita e riqualificare il patrimonio urbano delle città.

Lo studio di Progettazione Edilizia e Architettonica nasce con l’obiettivo di ridare vita e riqualificare il patrimonio urbano delle città.

quartochakra:immagine (1).jpeg

attore autore

Sono attore/autore, regista/formatore e figlio d'arte.

Ho iniziato la professione nei primi anni 80 al Derby Club

di Milano; sono stato scritturato in qualità di attore da

numerose produzioni teatrali, cinematografiche e televisive della RAI o di Emittenti Private. Ho lavorato con registi e attori di respiro nazionale e internazionale.... 

rcajafa19 3.jpeg

regista formatore

moma_nonpercaso (2).jpeg

Ho progettato e diretto numerosi percorsi di formazione rivolti alla recitazione, alla drammaturgia e alla regia. Ho coordinato progetti di collaborazione integrata di cui citerò in seguito. Dal ‘90 dirigo un mio organismo di produzione teatrale articolato in laboratori rivolti a progetti di messa in scena e alla stesura di testi originali. Consulente e collaboratore in qualità di regista o direttore artistico, di Istituti, Società...

 

figlio d'arte

jpeg.jpeg
locandina agamennone.jpeg

Ho radici tedesche e partenopee e la fortuna di aver avuto un’educazione e una formazione teatrale in casa: mio padre, Gianni Cajafa, era un attore napoletano e mia madre, Hilse Reimann, una ballerina tedesca; si sono conosciuti al Teatro Odeon di Milano, entrambi scritturati nella Compagnia di Wanda Osiris. Erano gli anni della Rivista e delle grandi produzioni: Il “Carosello Napoletano” di Ettore Giannini, è stato il loro viaggio di nozze: tutta la compagnia a fare spettacoli per gli Stati del Sud America viaggiando per sei mesi su un transatlantico… E poi sono arrivato io; stavo rischiando di nascere in un camerino, e così il mio destino si è subito definito... 


CARTELLONE 23/24 

 

Siamo nella reggia di Argo, fuochi incrociati attraversano la Grecia, è il segnale: la Scolta avverte che finalmente Troia è stata presa! 

Il ritorno di Agamennone è preceduto dal Messaggero che racconta le fatiche della guerra e del ritorno ostacolato da Poseidone ed Atena. Il clima è festoso, ma è solo apparenza, il perturbante domina la scena; Clitennestra, che da dieci anni cova vendetta si prepara all’assassinio del marito che aveva sacrificato la loro figlia Ifigenia. Entra in scena Agamennone portando con sé la concubina Cassandra, che profetizza al Coro a al Corifeo l’imminente regicidio. Verrà scannata insieme al re da Clitennestra, che prende il potere accanto all’amante Egisto. "Non è questo il preludio di una tirannide che si appresta ad arrivare?”  

 

Rappresentare il teatro greco antico è sempre profondamente emozionante perché in questi testi risuona il dna della nostra cultura, l'appartenenza a una visione del mondo che coniuga la ricerca etica all'ardore e dove la nobiltà d'animo sovrasta la pochezza. Ecco lo spunto per una riflessione;  vi aspettiamo.                                            

locandina giuda.jpeg

L

"Giuda", un nome, che è diventato l’icona del tradimento.                           

 L’autrice olandese Lot Vekemans lo lascia parlare per la prima volta nel suo monologo e lui emerge alla ribalta dall’ombra di secoli di disprezzo per condividere con noi la sua storia iniziata più di 2000 anni fa, che crediamo di conoscere. 

Non ci dà alcuna giustificazione, nessuna scusa, ma sostiene le sue ragioni dando una prospettiva diversa dei fatti accaduti.   

La relazione tra Giuda e Gesù getta nuova luce sull’atto del tradimento. 



 

28 marzo dalle 20 alle 22

in TeatroLaboratorio

 

SPEAKING & READING

irresistibili dicitrici e dicitori

 

Lorem Ipsum dolor sit amet

Incontro con la lettura espressiva coniugata al Public Speaking

 

Volete leggere o parlare in pubblico in modo vivo e disinvolto, catturando l’attenzione, trasmettendo emozioni, comunicando idee e pensieri in modo chiaro e comprensivo? Raggiungere questi obiettivi richiede tempo e applicazione, ma si può iniziare. Ed è questo il senso della serata.

Il 28 farò con voi una sorta di check, leggero e divertente, nel quale attraverso un’esperienza diretta e coinvolgente, potrete intuire e comprendere il lavoro che dovreste fare su voi stessi per raggiungere un approccio corretto nella lettura e nel modo di parlare in pubblico. È solo un incontro, ma vi porterete senz'altro a casa qualcosa; potreste perfino decidere di voler diventare irresistibili dicitrici e dicitori.

 

Ci vedremo alle 20, puntuali, in TeatroLaboratorio - Via Monte Suello 9.

La quota d’accesso è promozionalmente di 20 euro. Regalatevi questa piacevole e utile esperienza. E/o regalatela.                  

 

Prenotazione obbligatoria scrivendo a rcprogetti@icloud.com.                   

 

PS per chi verrà in macchina: abbiamo una convenzione con un garage vicino al TeatroLaboratorio, scrivetelo nella prenotazione che vi diremo come fare.

fare teatro fa bene 2020 vers.1.jpeg
Come creare un sito web con Flazio